È stato pubblicato il nuovo rapporto Excelsior per il periodo 2022/2026.

È stato pubblicato il nuovo rapporto Excelsior per il periodo 2022/2026.

Il Sistema Informativo Excelsior – realizzato da Unioncamere e dall’ANPAL – si colloca tra le maggiori fonti disponibili in Italia sui temi del mercato del lavoro.

A partire dal 2010, il Sistema Informativo Excelsior fornisce anche previsioni sul fabbisogno occupazionale a medio termine. Attualmente le previsioni sono riferite al periodo 2022-2026 e sono dettagliate per settore economico, tipologia di occupazione, professioni, livelli di istruzione e principali indirizzi di studio.

Dalle analisi condotte si stima che l’espansione occupazionale nelle Pubbliche Amministrazioni coinvolgerà oltre 30mila dipendenti, mentre le richieste di sostituzione dei dipendenti dei servizi generali potrebbero superare le 280mila unità.

Considerando gli effetti della rivoluzione digitale a seguito della pandemia “si stima che la richiesta di competenze digitali per i dipendenti pubblici raggiungerà nel quinquennio il 66%”, inoltre l’elevata necessità di turnover della PA potrà essere un’opportunità per rafforzare e riqualificare il capitale umano pubblico grazie all’aggiornamento delle competenze e delle conoscenze dei dipendenti.

Cresce quindi l’esigenza di avere un supporto professionale all’interno delle PA, come già evidenziato dal documento “Ripartire dalle persone: il contributo della Psicologia del Lavoro, delle Organizzazioni e delle Risorse Umanecreato da SIPLO, CNOP e AIP proposto per il PNRR.

Consultate il documento completo a questo link: Report Previsivo Excelsior 2022/2026